FacebookTwitterDiscordTwitch Newsletter
Manutenzione UBISOFT

Giorno: 22 gennaio
Orario: 6.00 - 14.00
Maggiori informazioni

Pagina aggiornata: 26.11.17

Assediati da una violenta tormenta di neve, solo con un’arma da fianco e senza abilità a disposizione, sarà necessario usare ogni risorsa a disposizione per sopravvivere in uno degli ambienti più ostili di The Division. Si dovrà reperire cibo, armi, acqua, medicinali e vestiti, cercando al tempo stesso di portare a termine la missione: trovare gli antivirali per il veleno verde nel cuore della Zona Nera ed estrarli. Altri agenti si aggirano per la città sepolta dalla neve, e le strade brulicano di Rikers, Purificatori, rivoltosi e soldati dell’UB. E si avrà sempre l’impressione che qualcuno osservi dall’ombra ogni mossa…

  1. Cos’è e come funziona
  2. Guida e consigli

COS’E’ E COME FUNZIONA

Lotta per la Vita è la seconda espansione di The Division. Introduce una nuova modalità, in cui è possibile giocare in sessioni dalla durata massima di 2 ore.

AVVIARE UNA SESSIONE

Per trovare e avviare l’espansione ci si deve dirigere nel Terminale, in Base Operativa, dove si trova un ingresso dedicato (tra gli npc dei bersagli VIP e la stazione di ricalibrazione, proprio dietro la cassa scorte).

Raggiunto l’ingresso, si deve scegliere una modalità di gioco, PvE o PvP.

separatoreMLA MISSIONE

La missione è trovare il farmaco antivirale per il veleno verde, che pare sia stato individuato nella Zona Nera. Dopo lo schianto dell’elicottero, ci si ritroverà bloccati nella tormenta, con visibilità minima, senza il proprio equipaggiamento, abilità, abiti per proteggersi dal freddo, con un solo kit medico e un’arma da fianco.

Le partite supportano fino a 24 giocatori sparsi per la mappa, e sono disponibili in modalità PvP e PvE. E’ possibile scegliere se affrontare o meno gli altri giocatori (il Rogue System è disattivato, quindi uccidendo i giocatori non si diventa Traditori). Le squadre preformate e i giocatori in solitaria sono suddivisi in sessioni diverse di matchmaking per equilibrare la partita.

In breve:

  1. Trovare/creare vestiti per proteggersi dal freddo, e scorte per sopravvivere;
  2. Trovare/creare equipaggiamenti adatti per poter affrontare nemici sempre più forti;
  3. Creare i filtri per accedere nella Zona Nera;
  4. Trovare l’antivirale (segnato sulla mappa una volta entrati in Zona Nera);
  5. Creare un Lanciarazzi per poter chiamare l’estrazione;
  6. Sopravvivere fino all’arrivo dell’elicottero.

danger_274067

separatoreMMANHATTAN

Si ha accesso all’intera mappa, anche se completamente diversa. Ogni cosa è ricoperta dalla neve, e la bufera è costante. Si parte sempre dal bordo mappa, e più si va verso il centro, più nemici forti si trovano; alcuni pattugliano le strade con delle torce, per poter vedere nella tormenta.

Nella mappa vengono visualizzate nuove icone, che indicano Rifugi, Nascondigli, Relitti di elicotteri, Bidoni in fiamme e Punti di riferimento.

8

separatoreMINVERNO LETALE

5Ogni giocatore inizia la sessione con solo una tuta sterile strappata (tuta Hazmat). Per sopravvivere alla tormenta, è necessario trovare fonti di calore: fuochi, bidoni in fiamme, ripari, nascondigli riscaldati e vestiti più pesanti. Ogni vestito trovato o creato ha un valore di resistenza al freddo, che indica quanto protegge dalle intemperie.

I fuochi e i bidoni aiutano a mantenere la temperatura corporea alta e a rimanere vivi un po’ più a lungo.
Nascondigli
e rifugi consentono anche di prendere fiato prima di uscire di nuovo nella tormenta. Progredendo e trovando nuovi vestiti, diventa più facile resistere al freddo.

Come ottenere i vestiti:

  • Uccidendo i nemici o altri giocatori (quest’ultimo nella modalità PvP)
  • Rovistando in alcune valigie aperte sparse nella mappa
  • Creandoli nei banchi del Fai da Te, nei Nascondigli

warmth_274071

separatoreMFAME E SETE

looting_store_2_274068Spostarsi nella neve è molto faticoso e, per rimanere in forze, è necessario trovare cibo e acqua. Anche se non si rischia di morire di fame o disidratazione, queste due cose hanno diversi effetti. La sete influenza negativamente la vista, rendendo più difficile individuare i contenitori. La fame, invece, rallenta la rigenerazione della salute. Al contrario, rimanendo sempre ben nutriti e idratati, si riceve bonus a vista e rigenerazione.

I bottini sono limitati fuori dai rifugi, sono pubblici e chiunque può raccoglierli. Tramite il menù dei consumabili, è possibile condividerli con gli altri agenti. Se rimane poco da mangiare, magari un altro agente potrebbe avere del cibo in scatola o barrette. La domanda ovviamente è: lo condividerà?

Come ottenere cibo e acqua:

  • Uccidendo i nemici o altri giocatori (quest’ultimo nella modalità PvP)
  • Aprendo alcuni zaini o mini-frigo in giro, soprattutto nei rifugi

separatoreMINFEZIONE: UNA BOMBA A OROLOGERIA 

tom-clancys-the-division-pts2016-11-8-12-0-19Nel corpo si sta diffondendo un’infezione e, anche se non si noteranno subito i suoi effetti, si morirà prima dell’alba se non si trova un modo per contrastarla. Medicine e antidolorifici la fermeranno temporaneamente, e per rimanere in vita ne servirà una scorta costante. Tuttavia, più farmaci si utilizzano, più si sviluppa una resistenza ai loro effetti, finché non si diventa immuni. L’unico vero modo per sopravvivere è arrivare all’elicottero di estrazione. Attenzione, perché gli antidolorifici sono meno efficaci delle medicine, o meglio hanno una durata inferiore.

I kit medici invece, servono sempre a rigenerare la salute, ma dato che se ne trovano davvero pochi è bene utilizzarli nei momenti più opportuni. Si possono utilizzare quando il personaggio riceve danni letali e finisce a terra, per potersi rialzare, quindi per rigenerare la salute è meglio utilizzare il cibo.
Si possono portare massimo 2 kit medici, ma è possibile creare delle tasche aggiuntive per il trasporto.

Come ottenere medicine, antidolorifici e kit medici:

  • Uccidendo i nemici o altri giocatori (quest’ultimo nella modalità PvP)
  • Rovistando in alcune borse mediche (quelle rosse)
  • Gli antidolorifici si trovano soprattutto nei nascondigli a bordo mappa
  • I kit medici si possono creare nei banchi del Fai da Te, nei Nascondigli

separatoreMFAI DA TE, ABILITA’ E EQUIPAGGIAMENTO

6All’inizio della sessione, il personaggio lascia il proprio equipaggiamento (tecnologia della Divisione compresa) alla Base Operativa, si parte quindi senza alcuna abilità.

Il fai da te è la chiave per sopravvivere. E’ necessario cercare materiali in giro o smantellare oggetti inutili, per poter creare l’equipaggiamento adatto e le abilità. Alcune armi e equipaggiamenti si trovano più facilmente nei Punti di riferimento (che si trovano anche fuori dalla Zona Nera) e nei relitti degli elicotteri, sparsi nella mappa.

E non solo… per poter accedere nella Zona Nera e completare la missione, si deve creare una protezione virus base. La protezione serve anche per accedere in alcune aree contaminate di Manhattan.

Come ottenere armi e equipaggiamenti:

  • Uccidendo i nemici o altri giocatori (quest’ultimo nella modalità PvP)
  • Aprendo le casse che si trovano in giro, soprattutto nei relitti di elicotteri e punti di riferimento
  • Creandoli nei banchi del Fai da Te, nei Nascondigli

Come ottenere materiali fai da te:

  • Aprendo le varie casse dedicate che si trovano in tutta la mappa e nei rifugi
  • Smantellando oggetti “inutili”
  • I tessuti si trovano anche nei rifugi a bordo mappa
  • L’equip. della Divisione si trova aprendo la cassa degli antivirali, e in altre casse nella Zona Nera

separatoreMRIFUGI E NASCONDIGLI

Rifugi e Nascondigli si trovano in tutta la mappa, ed entrambi offrono riparo dal freddo.

Nei nascondigli si trovano i banchi fai da te, e in quelli vicino al bordo mappa in genere è possibile trovare antidolorifici e tessuti. Qui i bottini sono privati, e si possono vedere solo i giocatori del proprio gruppo.

I rifugi invece sono luoghi pubblici: appartamenti, negozi, e simili; si trovano per strada e si accede senza alcun caricamento. Al loro interno i bottini sono pubblici.

crafting_274066

separatoreMZONA NERA E ESTRAZIONE

Una volta entrati nella Zona Nera non c’è modo di tornare indietro, perciò prima di accedere è bene controllare che l’equipaggiamento sia adatto. Qui si procede con la missione: trovare l’antivirale, chiamare l’elicottero e estrarre.

scavenging_274069In realtà non è necessario trovare l’antivirale, si può effettuare ugualmente l’estrazione del personaggio, ma ovviamente garantisce un punteggio finale maggiore. Trovato l’antivirale (che si trova in una cassa segnata sulla mappa), all’interno della stessa cassa si trova anche un Equip. della Divisione, necessario per creare il Lanciarazzi.
Nella Zona Nera è possibile trovare anche delle casse, che contengono casse sigillate da estrarre. Queste contengono bottini preziosi, e se l’estrazione andrà a buon fine, faranno parte della ricompensa finale.

Arrivati a questo punto si può chiamare l’elicottero, e qui vi mettiamo in guardia: l’estrazione è una fase difficile se non si sa come affrontarla, e spesso potrebbe finire male.
dlc-survival-2Attivato il Lanciarazzi per chiamare l’elicottero, in base al numero dei membri del proprio gruppo arriveranno i Cacciatori, una nuova fazione. Sono molto simili agli agenti, utilizzano equipaggiamenti specifici, abilità e kit medici; il loro arrivo si nota principalmente dal lancio di un EMP, che causa Disturbo. Infliggono parecchi danni e sono precisi, ma non hanno una Corazza.
E’ assolutamente necessario fare attenzione ed essere veloci nell’ucciderli, perché se dovessero infliggere danni letali e far cadere a terra il personaggio, il più delle volte non si avrà tempo nemmeno per utilizzare il kit medico per rianimarlo… lo uccideranno velocemente.

separatoreMMORTE DEL PERSONAGGIO

killhunterSe si muore in una sessione c’è ben poco da fare: o si abbandona, o si aspetta per un massimo di 5 minuti che un altro giocatore arrivi a rianimare il personaggio.
In questa modalità è molto facile morire, non sempre si riesce a portarla a termine, ma riuscendoci i bottini sono piuttosto sostanziosi.
Anche morendo però, si ottengono dei bottini (anche minimi) in base a come ci si è comportati nella sessione.

Può capitare di morire all’ultimo, anche solo a causa dell’infezione; infatti ci sono casi in cui si riesce a chiamare l’estrazione, uccidere i Cacciatori e… morire per il semplice fatto che magari si ha solo 1 minuto a disposizione, mentre l’arrivo dell’elicottero ne richiede più di 2. E’ necessario quindi ricordarsi di non trascurare medicine/antidolorifici e di farne buon uso, considerando sempre che troppe possono portare all’immunità delle stesse.

separatoreMRICOMPENSE

Alla fine della sessione si viene valutati in base alle prestazioni. Il punteggio è basato su molti fattori, incluso quanto si è progredito, quanto si è sopravvissuti e la quantità di equipaggiamenti e risorse raccolte. Più alto è, più ricompense si riceveranno.

Cosa considera il sistema:

  • Missione:
    • Protezione virus creata
    • Ingresso nella ZN
    • Lanciarazzi creato
    • Antivirali recuperati
    • Estrazione completata
  • Combattimento
    • PNG normali uccisi
    • PNG veterani uccisi
    • PNG élite uccisi
    • PNG importanti uccisi
  • Lotta per la vita
    • Tempo sessione
    • Giocatori rianimati
    • Sete
    • Fame
    • Malattia
    • Freddo
  • Saccheggio
    • Punteggio equip.
    • Kit medici
    • Medicine e antidolorifici
    • Cibo
    • Bevande
  • Prestazione
    • Estrazione
    • Mai a terra
    • Mai privo di conoscenza
    • Cacciatore sconfitto

GUIDA E CONSIGLI

Guida creata dall’utente Sandro Urracci.

Qui di seguito vengono spiegati i vari passaggi da affrontare per riuscire a completare la modalità Lotta per la vita.

INIZIO SESSIONE

  • All’inizio della sessione ci si troverà in uno dei nascondigli presenti a bordo mappa. Al suo interno sono presenti una scatola con del tessuto e una borsa con antidolorifici, la prima cosa da fare è recuperarli e utilizzare subito l’antidolorifico, e avvicinarsi poi alla stazione del “Fai da te” per preparare (con il tessuto) un capo d’abbigliamento, come cappello o sciarpa.
  • Aprire la mappa e segnare il punto esatto del relitto dell’elicottero più vicino, così da raggiungerlo il prima possibile. Bisogna tenere conto del fatto che la temperatura del personaggio scenderà velocemente, ad indicarlo sarà anche una linea rossa in alto a destra, ma durante il tragitto si trovano facilmente bidoni, fuochi, rifugi e altri nascondigli che permettono al personaggio di riscaldarsi.  Attenzione: se il nemico atterra il personaggio quando non è più presente la linea rossa non si potrà utilizzare il kit medico per rianimarsi.
  • Una volta raccolto l’equipaggiamento necessario ci si potrà avvicinare man mano alla Zona Nera. Curarsi appena l’infezione avanza è fondamentale per portare a termine la missione, come anche bere (acqua e soda aiutano a visualizzare gli oggetti nelle vicinanze) e mangiare (il cibo permette di recuperare la salute persa).

5
 

AVVICINAMENTO ALLA ZONA NERA

  • Prima di avvicinarsi alla Zona Nera è necessario equipaggiarsi a dovere, perciò si deve procedere in modo graduale. Durante l’avvicinamento è possibile trovare in giro materiali e oggetti sempre più performanti, ovviamente anche nemici più duri da affrontare.
  • Una cosa molto importante è quella equilibrare al meglio gli attributi principali (Armi da fuoco, Vigore e Parti elettroniche), se necessario anche rinunciando a un pezzo elité (viola) se quest’ultimo dovesse sbilanciare la propria build.
  • Come detto in precedenza, il freddo sarà il principale nemico all’inizio, quindi per iniziare è possibile prendere dei sotterranei come riferimenti strategici, in modo da rifornirsi a dovere per poi proseguere. Prendiamo un sotterraneo che si trova sul lato sinistro della mappa come esempio: l’ingresso si trova nell’incrocio tra l’ottava e la trentaquattresima (per non perdere troppo tempo, si può andare con i primi oggetti trovati in giro). Dopo aver ripulito bene l’area, ci si troverà sicuramente con un vestiario adatto oltre ai vari materiali (strumenti, parti elettroniche, tessuti e componenti armi) raccolti qua e là, quindi proseguendo nel sotterraneo si arriverà vicino ad una stanza di sicurezza vicino alla Zona Nera 3 (ovviamente ci si può arrivare anche senza il sotterraneo).
  • Una volta nella stanza di sicurezza, senza perdere tempo, creare la protezione virus base che permette di entrare in zona nera), la protezione virus avanzata (che permette di entrare nelle zone contaminate della zona nera), la borsa per kit medici aggiuntiva, l’impulso, la torretta e un’abilità di cura (a seconda dei gusti), se necessario eventuali vestiti e un’arma migliore se durante il tragitto non è stato possibile trovarne una, anche se normalmente è meglio conservare i materiali in eccesso per la seconda parte della missione, cioè i boss della Zona Nera.
    Consiglio: prendere sempre nota dei materiali necessari per creare i vari oggetti, così da sapere quando si è pronti per creare tutto il necessario.

 

ZONA NERA E EQUIP. DIVISIONE

  • Una volta entrati nella Zona Nera, la prima cosa da fare è cercare il materiale “Equipaggiamento della Divisione”, seguendo un percorso di sola andata verso la stanza di sicurezza in Zn 6.
    Nota: non ha senso sparare ed ingaggiare il nemico se non si è pronti, piuttosto attraversare furtivamente senza ingaggiare. Inoltre, è bene non raccogliere le varie casse sigillate che si troveranno, perché l’obiettivo finale sono le casse “sopravvivenza” che droppano i boss.
  • E’ bene equipaggiare le abilità impulso e torretta. Appena entrati in ZN raccogliere solo i materiali ed eventualmente il bottino dai nemici uccisi.
  • I primi Equipaggiamenti della Divisione sono dietro il monumento/statua nel piazzale in ZN3.
  • Si prosegue verso destra in direzione del posto di blocco, dove ci saranno gli altri equip. divisione e anche una medicina appena entrati all’ingresso sotterraneo che si trova a metà strada.
  • Proseguire facendo attenzione a non ingaggiare i nemici presenti per non attirare il boss che si trova nell’edificio a sinistra, attendere che i due di ronda vadano un pò lontano e arrivate nella zona contaminata; uccidere tutti i nemici fino a raggiungere i prossimi componenti, sono presenti anche tre medicine nelll’area.
  • Continuare verso il corridoio stretto dove si trova una medicina e gli equip. divisione, facendo attenzione ai nemici (se ci si trova senza medikit, è possibile trovarne uno nell’edificio all’angolo tra la quinta e la quarantacinquesima strada).
  • Passato il corridoio ci si troverà in due edifici separati dal ponteggio, senza soffermarsi troppo ripulire tutta l’area dai nemici e raccogliere tutto.
  • Eliminare i nemici normali (barra salute rossa), tenere la destra e prendere gli equip. divisione, dopodiché attirare con qualche colpo i nemici veterani (viola) che si trovano sotto nell’abisso per farli salire dalle scale e ucciderli. Li sarà possibile trovare gli equipaggiamenti.
  • Dopo l’abisso si arriva nell’edificio Q: qui esiste un metodo per attirare i due nemici viola che fanno la ronda, semplicemente usando l’impulso e sparando qualche colpo verso la parete vicino all’ingresso, in questo modo usciranno e sarà possibile ucciderli senza allertare il boss.
  • Una volta dentro prendere gli equip. divisione, senza sparare correre verso il muletto e girare subito dopo a destra, andare verso il tendone giallo dove sarà possibile trovare una medicina.
  • L’ultimo equip. divisione di questo giro si trova sopra l’impalcatura a sinistra della chiesa, dove si attraversa per entrare in ZN7.

 

PREPARARSI PER AFFRONTARE I BOSS

  • Una volta arrivati nella seconda stanza di sicurezza, se tutto è andato per il meglio nella parte precedente, gli Equipaggiamenti della Divisione accumulati dovrebbero essere ben 22.
  • La prima cosa da creare è il bengala per l’estrazione, due armi di alta gamma (si consiglia il G36 e M44 custom in PvE, e SASG12 in PvP).
  • Proseguire creando l’equipaggiamento alta gamma partendo dalla fondina, e man mano anche gli altri, mantenendo sempre il criterio di equilibrare i valori della build, utilizzando anche le mod dove serve
  • Se dovessero avanzare materiali, dedicarli alla creazione delle mod per le armi, cosi da potenziarle (mirino reflex, impugnatura piccola rossa e caricatore pesante).

 

BOSS ZONA NERA

In questa parte vedremo ottenere le casse sopravvivenza, e come uccidere tutti i boss presenti nella mappa (senza un ordine preciso da seguire).

  • Antony “the Ant” Anderson: situato nella “Stazione sotterranea” in ZN3 sotto il piazzale, si attira con una torretta lanciata giù per le scale a sinistra. Senza scendere, tornare indietro e ripararsi nel corridoio dove si potrà piazzare nuovamente la torretta e la stazione medica.
  • “Angry” McShane: situato nel “Sito sterminio virus” in ZN2 a sinistra, si può contrastare comodamente riparati all’interno del tendone giallo piazzando sempre la torretta in punti alti.
  • “Lit” Lucas: situato nella “Biblioteca” non ha un metodo preciso, torrette in punti alti e uccidere prima i più deboli attorno all’area, per poi pensare ai due con le mitragliatrici.
  • Capitano Levau: situato nella “Barricata” si può eliminare restando all’ingresso della stessa, piazzando la torretta e la stazione medica, uccidendo prima i soldati.
  • Specialista Royce: situato nel “Cantiere” in ZN2, per questo boss sfruttare il lato sinistro dell’ingresso del Cantiere per attirare i soldati, così una volta eliminati sarà più facile eliminarlo.
  • Caporale Hayden: situato nel “Negozio sportivo Kalkesse” si può eliminare tranquillamente dalla parte alta del negozio, buttando in mezzo ai nemici la torretta che li terrà bloccati, nel mentre sarà possibile ucciderli (partendo sempre dai soldati).
  • Shane O’Halloran: situato nell’ “Edificio Q”, per questo boss si utilizza la stanzetta che collega l’edificio al posto di blocco, prepararsi dietro il riparo centrale, piazzare la torretta davanti all’ingresso nell’atrio ed il gioco è fatto.
  • Chunk: situato nel “Centro commerciale sotterraneo”, per questo boss utilizzare la zona dalla parte dell’abisso, dove sono presenti due corridoi, in entrambi sarà possibile piazzare le torrette in punti strategici per uccidere prima i purificatori e poi il Boss; potrebbe richiedere un arretramento di posizione a causa del lanciafiamme e del cecchino.
  • Salt: situato nell'”Attraversamento bruciato”, attirare a se il boss per sfruttare al meglio l’ambiente, iniziare restando all’interno dell’area contaminata dal lato più vicino alla stanza di sicurezza, piazzare sempre le torrette fuori dalla scala e la stazione medica lontana dalle granate, piano piano inizieranno ad avvicinarsi fino ad entrare se necessario per stanare il personaggio, a quel punto il gioco è fatto, sfruttare i ripari ed eliminare tutti i nemici.
  • “Trap Queen” Jessie: situato nel “Posto di blocco UB devastato” in ZN6, è uno dei boss più facili da uccidere, restare sempre appoggiati al riparo per evitare la mitragliatrice che potrà essere distrutta una volta distratta con una torretta posizionata posizionata all’interno della struttura in ferro, quindi uccidere prima il boss e poi il suo compagno.
  • Sergente Capo Williams: situato nel “Deposito rifornimenti UB” in ZN5, uno tra i più difficili a causa della sua squadra ben fornita, un metodo per ucciderlo è utilizzare il punto più elevato, piazzare la torretta in prossimità del cornicione ed utilizzare il fucile di precisione. Purtroppo l’ambiente è scuro, quindi per vedere i nemici servirà l’impulso a discapito della stazione medica, sarà necessario avere pazienza e non essere un bersaglio fisso.
  • Specialista McQueen: situato nel'”Accampamento sui tetti UB” in ZN6, questo boss si può uccidere tenendo conto di alcuni accorgimenti. I soldati andranno uccisi per primi, bisogna piazzarsi in una delle strutture in legno che permetterà di proteggersi dalle granate, la torretta dovrà essere posizionata in prossimità delle scale in modo da contrastare l’avanzata dei soldati.
  • Sergente Silas: situato nella “Vecchia estrazione” in ZN1, è un nemico impegnativo se lo si sottovaluta a causa dello scudo balistico che lo protegge, si consiglia di posizionarsi in un riparo e di piazzare la torretta in un punto alto, ma soprattutto bisognerà evitare di farsi accerchiare dai soldati.
  • Gage “Fattie” Williams: situato nella “Stazione di servizio abbandonata” in ZN1, per questo Boss utilizzare l’impalcatura e piazzare la torretta sopra le macchine, anche qui uccidere prima i rivoltosi in modo da arrivare al Boss con più facilità.
  • Low Key: situato nel “Cantiere” in ZN4, bisogna affrontarlo entrando nell’edificio dall’alto,in modo da utilizzare una posizione migliore.

 

ESTRAZIONE

Questa è la parte conclusiva della missione, dove si affronteranno i Cacciatori. La zona di estrazione designata è il piazzale in ZN3; una volta arrivati lì, sparare il bengala e correre dentro l’edificio lasciando però in terra la torretta (la quale il più delle volte serve come diversivo).

Scatterà subito un effetto EMP lanciato dal Cacciatore, quindi aspettare che finisca prima di andare su uno dei due balconi, a questo punto sarà possibile affrontare il Cacciatore da una posizione ottimale per il fucile di precisione M44.

 

6 risposte a Lotta per la vita (Survival)

  • Questa frase lascia un po’ perplesso “Purtroppo non ci sono persone che ci giocano, ne trovi davvero pochi giocatori perché ha delle ricompense scarse e non vale la pena giocarci se non per divertirsi”; ma perché si gioca per le ricompense ? Io gioco per divertirmi e come modalità, lotta per la vita, secondo me è molto divertente e stuzzicante; poi non capisco la corsa alle ricompense, non giocando da molto ho quasi tutto quello che mi serve, armi esotiche e set classificati completi, quindi che ci faccio con le ricompense? Vendo e smantello per potenziare l’equip che ho già….

    • Itasil

      Ivano, tu hai già tutto, io ci gioco dal d1 e ho solo 2 set classificati completi che trall’altro non mi servono. Inoltre non sei l’unico giocatore, su migliaia e migliaia di giocatori buona parte non ha ancora i set classificati, quindi se tu hai finito di fare tutto non significa che gli altri non debbano mettersi a cercare ciò che gli serve…
      Ciò che intendevo dire è: visto che a sessione ci metti 1 ora e 30 minuti circa per completarla, ti aspetti anche un bottino decente, come su qualsiasi altro gioco. Quindi dato il bottino abbastanza scarso, non è il caso di giocarla per farmare, ma solo per divertirsi.
      Hai detto la stessa cosa su facebook, ma ti abbiamo spiegato tutti che in tanti ancora cercano una marea di cose, tu hai semplicemente avuto molta fortuna.

  • L’altra sera ho avviato The Division dopo un bel po’ di mesi (gioco su xbox), nello specifico Lotta per la Vita e mi è sembrato che hanno cambiato più di una cosa:
    1) mi confermate che adesso la partita inizia anche se non si è in 24? Ho avuto la sensazione che non eravamo più di 5!
    2) quando sviene/muore un agente non appare più sulla mappa la sua posizione, confermate? Hanno tolto un indicatore che era veramente utile, ma perchè?
    Grazie per le risposte e complimenti per il sito!

    • Itasil

      Ciao, Survival non ha subito modifiche di alcun tipo. Purtroppo non ci sono persone che ci giocano, ne trovi davvero pochi giocatori perché ha delle ricompense scarse e non vale la pena giocarci se non per divertirsi, quindi non inizi quasi mai con 24 giocatori.
      Ci ho giocato da poco e le icone sulla mappa dei giocatori svenuti/morti appaiono.

  • Bellissima guida.
    Bravo Usandro

  • Grazie Elena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *