The Division 2 Private Beta – Impressioni e pensieri

  • 108
    Shares

Per chi mi ha seguita, in data 10 febbraio come admin/founder di The Division Dark Zone ho fatto una live su Twitch per parlare un po’ delle mie impressioni e dare un parere su quello che era la Beta di The Division 2, anche se ho sicuramente tralasciato diverse cose. Dato che su Facebook in tanti avete dato il vostro feedback, ho deciso di fare anche un post scritto con i miei pensieri, impressioni e ragionamenti personali.

Iniziamo col dire alcune cose importanti:

  • Non dovete lasciarvi influenzare in alcun modo da ciò che viene detto da youtuber, streamer o chicchessia.
  • Ognuno ha i propri gusti personali, molti tra voi lettori/giocatori potreste non essere d’accordo con quanto scriverò qui di seguito.

Per quanto mi riguarda, IN GENERALE, la beta mi è piaciuta molto, ma non mi sento (non posso) dare un giudizio definitivo finchè non potrò provare quello che sarà il gioco finale. 

Nel corso della beta ho visto pareri piuttosto discordanti fra loro, in particolar modo:

  1. “E’ una copia dell’1!” o “E’ un DLC dell’1!”
  2. “Downgrade!!!”, “La grafica è peggio dell’1”
  3. “L’ambientazione non mi piace, New York innevata era un’altra cosa”
  4. “E’ completamente diverso dall’1, i movimenti non vanno bene”, “Sembra Ghost Recon Wildlands”
  5. “Finalmente un sistema più tattico”, “Finalmente si devono sfruttare le coperture”, “Niente più chicken dance”

Vi dico la mia per quanto riguarda i punti sopra indicati.

 

1: Una copia/DLC dell’1

E’ normale che ad alcuni possa sembrare una copia dell’1, specialmente solo guardando dei video o provando superficialmente la beta. Di base il gioco deve essere lo stesso, non può essere un gioco completamente diverso. Se si fa un’affermazione del genere comunque, è perchè o non si da importanza ai cambiamenti effettuati, o non si è capito quali sono i cambiamenti, o semplicemente si ha voglia di criticare a prescindere. Così come non è neanche giusto dire che si tratta di un gioco completamente diverso. Ma andiamo avanti…

 

2: Downgrade o grafica peggiore

Ovviamente non manca chi grida al downgrade, magari chi lo fa si trova su console (buonanotte tesori). La grafica è la stessa di The Division 1, magari con alcune modifiche/migliorie, ma è quella. Il motore grafico è sempre lo stesso, solo rivisto e migliorato per permettere il funzionamento di alcune meccaniche e feature.

Piuttosto penso che ambientazione e stagione diano semplicemente la sensazione che la grafica sia un po’ diversa. Oltre a questo, qualcuno si aspettava il salto di qualità… ricordate che siamo sulla stessa generazione di console e che i PC sono limitati da esse? E ci avete pensato che le console non possono raggiungere la stessa grafica dei PC? E in tutta sincerità, oggi non vedo altri giochi di questo tipo avanzatissimi graficamente.

Parlando di ottimizzazione invece, per quanto riguarda le console posso solo andare per sentito dire, e sembra che su PS4 ci siano diversi problemi (che magari verranno risolti con l’uscita), mentre su Xbox sembra andare meglio. Personalmente su PC ho riscontrato alcuni crash e cali di frame, cose note al team di sviluppo e normali nella beta. Da considerare che non sappiamo nemmeno quanto sia vecchia la build del client. I primi due giorni gli fps non erano proprio stabili, con la manutenzione del 9 il gioco si è stabilizzato a 57-60fps a 1080p, per poi avere cali di frame dopo la manutenzione del 10 febbraio (grafica su alto, un paio di filtri su medio/basso, vsync attivo, fps cap a 60, dx12 /// i7 8700, 16gb ram, 1060 6gb).

Possiamo solo aspettare il lancio e sperare.

 

3: Ambientazione

Ah New York… è stata parte di quel concept del gioco che mi ha fatta innamorare di TD1. Sicuramente imbattibile, magica, specialmente durante il periodo natalizio. Penso che se avessero applicato l’attuale gameplay e meccaniche su TD1 FIN DA SUBITO, certe polemiche non sarebbero proprio nate. In ogni caso, mi piace anche Washington per come è stata fatta, sembra un po’ The Walking Dead senza zombie, e dettagliata a livelli pazzeschi. Peccato solo che non restituisca lo stesso senso di angoscia e ansia di New York, soprattutto la Zona Nera Est.

Chiaramente è una questione di gusti, ma ormai è quella… e quella ci teniamo, e poi un giretto a New York ogni tanto non ce lo nega nessuno, no?

 

4 e 5: Movimenti e Cure (e Zona Nera/PvP)

Purtroppo tocchiamo un tasto dolente, è difficile parlarne e riuscire a trovare le parole adatte per evitare di essere scannata da chi adora le meccaniche di TD1. I movimenti del personaggio ora sono un po’ più lenti e pesanti, ma non al punto da essere ingovernabile, è stato reso più “tattico” e non si può più rushare, bisogna portare molta attenzione in qualsiasi attività e mentre si gira liberamente per la mappa.

C’è chi ha gradito e chi no. Alcuni fanno il paragone con Ghost Recon Wildlands, e io che gioco tutt’ora GRW (o meglio Ghost War) posso garantivi che c’è una differenza ABISSALE, e chi ci gioca per davvero lo sa… non è paragonabile. In ogni caso, io penso sia principalmente una questione di gusti e abitudini, e cercate di capire che se questo nuovo sistema non piace ad alcuni non significa che non debba piacere al resto dei giocatori. Per quanto mi riguarda mi piace molto, e come a me anche ad altri.

Purtroppo le Beta Ubisoft durano pochi giorni, al punto che forse non si possono nemmeno considerare Beta, non si ha mai il tempo di testare una cosa a fondo, di provare a capire al meglio se una cosa può funzionare a lungo termine.

Nel PvE i nuovi movimenti e cure calzano piuttosto bene, e se tutto va bene si può garantire un buon livello di sfida, bisogna semplicemente procedere con calma e attenzione rispetto al passato. O quantomeno sarà cosi nei primi mesi perchè arrivati al 30, capite le meccaniche, le specializzazioni e fatto un buon equipaggiamento, probabilmente la situazione cambierà. Purtroppo non posso giudicare il time to kill del PvE, non era proprio chiarissimo se devo essere sincera, specialmente durante la missione invasione giocata con equipaggiamenti abbastanza casuali.

Spostandoci sul PvP, su TD1 c’era la possibilità di fare diverse cose tra cui chicken dance (che però non tutti riuscivano a fare), giro giro tondo e tra alcuni set, abilità e cure dei medikit, i combattimenti erano un qualcosa di particolarmente caotico e assurdo, personalmente li ho odiati come in nessun altro gioco. E qui non è che bisogna essere necessariamente un pro da 2-4000 ore con millemila kill per poter criticare questo sistema, se una cosa non piace, non piace e basta. Se ad alcuni piace, non significa che quelle meccaniche siano normali e perfette, o che per forza devono piacere a tutti, o che qualcuno non ha capito niente del gioco, non c’entra nemmeno la nabbagine qui. Comunque…

Con il nuovo sistema di movimento e cure di TD2, in PvP non ci si può più muovere come sull’1, e questo è chiaro, penso però che a dare il colpo di grazia sia il time to kill davvero ridotto, o almeno questo succede durante i primi livelli e con la normalizzazione attiva, ma dal livello 30 con le specializzazioni e equipaggiamenti diversi cosa succede? Non lo sappiamo, possiamo solo provare a pensare. In teoria a quel punto, a fare la differenza saranno anche le varie mod equip, dato che ogni pezzo avrà da 1 a 3 slot random per le mod, e più sono più bonus avrà l’equipaggiamento. Tenete comunque a mente che oltre alle Zone Nere normalizzate, ci sarà anche quella Occupata (a giro fra le 3) senza normalizzazione (quindi con un time to kill sicuramente diverso e più legato all’equipaggiamento), senza rogue, senza notifiche e con fuoco amico attivo.

 

6. “TD1 E’ VIVO GRAZIE AI GIOCATORI DELLA DZ”

Aggiungo questo punto e cerchiamo di ragionare su un’affermazione fatta da diverse persone questi giorni: “TD1 è rimasto in vita 3 anni grazie ai giocatori della Dark Zone”. Ma in vita per CHI? Per quanti giocatori?

Quanti giocatori hanno comprato The Division? E quanti sono rimasti a giocare? Se buona parte ha abbandonato un motivo ci sarà, tralasciando la questione cronus e cheat (chiariamoci, anche su altri giochi ci sono cheater e sono comunque popolati). Trall’altro il gioco fa 3 anni l’8 marzo 2019, per essere pignoli.

Il gioco aveva migliaia e migliaia di giocatori, e lo hanno abbandonato in tanti per diversi motivi:

  • Il gioco che ci troviamo ora non è lo stesso mostrato nel 2013/2014.
  • Il PvP della Zona Nera non piace a molti e non è fattibile per buona parte dei giocatori.
  • Una volta completati gli equipaggiamenti non c’era altro da fare se non PvP, DZ e Survival (quest’ultima arrivata quasi a morire a causa di come è stata gestita, per poi risvegliarsi almeno in parte ogni sabato e con eventi fatti dalla community, e non a caso ora è ricercatissima nel 2).
  • Con la 1.3 stava morendo, non era neanche fatto male ai tempi, peccato che non siano riusciti a bilanciare il drop system come si tocca.

Si sono salvati ANCHE grazie alla 1.4 e alla 1.8 che ha portato diverse novità, e cose come Survival, Eventi Globali, e Scudi. Se molti entravano in DZ era anche per farmare i Division Tech. Ma a parte questo, e all’utenza entrata all’ultimo, su TD nemmeno certi “pro” e diversi giocatori sono rimasti a giocare se non di rado, proprio perchè in tanti si sono scocciati per diversi motivi e sono passati ad altro. O forse volete dirmi che non è vero?

Il fatto che stia per uscire TD2 ha portato alcuni ad aspettare, ma se fosse stato davvero divertente a quest’ora avreste continuato a giocare. E non ditemi che la DZ ha tenuto in vita il gioco 3 anni (3, seh!), perchè se lo ha fatto è solo per pochi.

 

Se il team di sviluppo ha fatto le scelte di cui abbiamo parlato sopra, un motivo ci sarà.

Penso che con l’1 e il 2 l’utenza si possa tranquillamente dividere, l’unico problema è che nell’1 chi ha già tutto non ha più niente da fare, resta problematico a livello di bilanciamenti vari, e il supporto è ormai terminato. Visto che comunque molti non gradiscono neanche l’ambientazione, ricordate che i server dell’1 sono sempre aperti. Però non si può nemmeno costringere gli sviluppatori a stravolgere tutto solo per quelle poche migliaia di giocatori che amano le vecchie meccaniche per poi magari farlo morire nuovamente dopo tot (e a loro quelle poche migliaia non bastano per dire “il gioco è vivo”, perchè allora vedrete che nell’anno 2 di TD2 se ne usciranno nuovamente con “The Division 3 in arrivo!”).

 

 

Per quanto riguarda tutto il resto ho gradito diverse cose, ad esempio:

  • L’introduzione delle richieste d’aiuto (che è possibile disattivare dalla mappa).
  • Se un giocatore di livello basso si unisce a uno di livello più alto, si attiva l’adattamento dei livelli, che consente di giocare insieme senza problemi. O meglio: quello di livello basso viene potenziato temporaneamente, in modo da consentirgli di giocare contro nemici più forti. Questo sistema ovviamente non sarà attivo nel PvP e nelle Zone Nere!
  • I control point (che spero possano essere riconquistati dai nemici in modo casuale, cosi da rendere la mappa più attiva).
  • Le modifiche fatte a Schermaglia.
  • La sistemazione della base e dello staff.
  • Gli insediamenti.
  • Gli eventi casuali tra cui i rifornimenti aerei e il salvataggio ostaggi (anche se spero ce ne siano di altri tipi).
  • Le missioni secondarie più durature e profonde.
  • La riduzione dei vendor, che ora si trovano alla base, negli insediamenti e all’ingresso della zona nera, ma non nei rifugi e nelle stanze di sicurezza.
  • Il nuovo sistema di sblocco di abilità e varianti, e l’inserimento delle mod abilità come accessori (anche se per le abilità sono da rivedere i comandi, specialmente col drone).
  • Il sistema dei perk del personaggio e della zona nera.
  • La varietà degli npc delle fazioni nemiche.
  • Il nuovo sistema dei Traditori (da non confondere con Rinnegato e Manhunt).
  • Le armi e l’introduzione della categoria Fucili (anche se son tutte da provare bene e con attenzione).
  • Il Clan system, anche se sulla Beta non era attivo, ho avuto modo di osservarlo nell’alpha (non vado nel dettaglio) e non pensavo che avrebbero mai fatto un sistema del genere. Trall’altro nella beta si poteva vedere nella base l’area dedicata ai Clan.

Cose MEH:

  • Drop system: se dovessero fare nuovamente ciò che hanno fatto con la 1.4 su TD1 non hanno capito niente. E’ un elemento ESSENZIALE e importantissimo su The Division, non devono sbagliare stavolta. Purtroppo è una cosa che si può valutare solo post lancio e dal livello 30 dopo qualche settimana.
  • Armi delle specializzazioni: solo la Balestra mi ha convinta.
  • Equipaggiamenti normali e Brand Set: non capisco perchè fare pezzi non brandizzati e pezzi brandizzati, secondo me sarà una cosa caotica per chi ha già difficoltà a capire come funziona tutto il resto.
  • Gear Set: non sono mai stata d’accordo con l’introduzione di ben 14 gear set sull’1, figuriamoci qui…
  • Esotici: nella beta neanche l’ombra, per ora restano un’incognita.
  • Slot mod equipaggiamento: anche questo fatto di avere da 1 a 3 slot mod casuali su ogni pezzo dell’equipaggiamento mi lascia particolarmente perplessa. Avere troppe mod con tanti bonus su un pezzo complicherà le cose a chi deve creare una build, e complicherà anche il bilanciamento di tutto da parte dei dev.
  • Fazioni nemiche: mi è piaciuta si la varietà degli npc, ma non hanno lo stesso fascino di quelle dell’1, almeno per ora…
  • Ambientazione Zona Nera Est: non abbiamo avuto modo di vedere le altre 2, ma questa in particolare non da senso di angoscia e pericolo.
  • Pass anno 1: all’inizio hanno promesso attività aggiuntive per il pass, da poco hanno lasciato dire a youtuber e testate giornalistiche che tutti i contenuti post lancio saranno gratuiti (e che quindi il pass servirà solo a 7 giorni accesso anticipato e oggetti estetici), ma sinceramente mi sembra strano far spendere quelle 30-40€ in più solo per una cosa del genere, ma se sarà davvero cosi in molti resteranno davvero delusi, soprattutto chi ha acquistato la Ultimate. Per qualche assurdo motivo non hanno ancora chiarito.

 

ORA: ricordate che sono miei pareri e che come voi posso pensarla a modo mio, spero di non aver offeso nessuno, e non siete tenuti a darmi retta e potete restare sulle vostre idee. Però vi invito a ragionare su certe cose. Potrei aver scordato qualcosa, magari la aggiungerò se mi ricorderò, ma ciò che volevo dire l’ho detto. Ricordate di compilare il questionario della beta che vi viene mandato via email da Ubisoft!

 

Se non siete convinti dell’acquisto, se quanto avete visto/provato per voi è deludente, semplicemente non prendetelo o comunque aspettate. Se avete già prenotato, dovete imparare che prima di spendere soldi bisogna sempre informarsi e capire se fa per voi o no. So quanto sia difficile dato che tutti aspettavate il 2, una nuova storia e quant’altro, tanto hype…

 

Grazie per aver letto fin qui! Nei prossimi giorni cercheremo di completare il sito con le info di The Division 2!

 

Post Correlati

12 Thoughts to “The Division 2 Private Beta – Impressioni e pensieri”

  1. Avatar adrian-gore.ITA

    Ciao a tutti, concordo su tutti i punti, le perplessità e giudizi positivi, da te elencati Elena. Vorrei fare un ragionamento, ripeto ragionamento senza alcuna polemica, sulla questione PVP/DZ che divide i pareri. A mio parere, come hai detto pure te, ogni parere di critica costruttiva o specifica e priva di astio, ironia e spocchiosità, ci sta tutta da entrambe le parte, ma c’è da ricordarsi che TD2 è stato fatto con l’intenzione di cambiare il sistema del suo predecessore. Per far capire il mio ragionamento farò il paragone calcistico del cambio di ruolo in una squadra; se l’allenatore decide di spostarti da attaccante a centrocampista, hai due opzioni a disposizione: ti adegui al nuovo ruolo e modifichi il tuo stile di gioco o cambi squadra andando a giocare il una dove tu possa giocare come hai sempre fatto. Tutte il resto, come direbbe Califano, è noia. Poi, che il gioco si evolverà e che ci sono, e ci saranno modifiche è logico, abbiamo solo fatto un test su un gioco work in progress, di alcune ore.

    P.S.: Chi dice che “ha tenuto in vita TD1 e la DZ”…vi posso dire che nell’ultimo mese soprattutto, c’è una certa desolazione in DZ e diversi (non tutti) rogue in circolazione sono cheaters (plateali non presunti) che ammazzano i server semivuoti.

Leave a Comment