The Division 2 – WAR TIERS: un nuovo tipo di esperienza hardcore

  • 28
    Shares

Durante un’intervista con USgamer, Cristian Pana (Senior Producer di Ubisoft Massive) ha rilasciato alcune informazioni interessanti su The Division 2. Ha parlato anche di argomenti già trattati più volte di recente (per i quali faremo un riepilogo veloce qui di seguito), informazioni che comunque si trovano già nel nostro riepilogo completo.

 

Cristian Pana ha parlato di Washington D.C. e del perchè di questa scelta, rivelando che prima di sceglierla son state fatte ricerche su più città. Come rivelato in passato, la scelta è ricaduta proprio su Washington D.C. in quanto è li che si trova il quartier generale della Divisione. Per il resto vi riportiamo all’articolo sulla creazione di Washington D.C. (l’articolo originale di USgamer riporta praticamente la stessa cosa).

Ha parlato poi delle migliorie fatte alle meccaniche di gioco, il team ha voluto migliorare ogni cosa dal primo capitolo. Questo non solo per i giocatori veterani, ma anche per i nuovi. La progressione RPG è il cuore del gioco, perciò hanno cercato di creare un’esperienza RPG più profonda. Si è pensato quindi che iniziando con una nuova esperienza dall’inizio, si sentiranno tutti i nuovi elementi che verranno introdotti per creare un’esperienza migliore per tutti.

Ha accennato nuovamente le solite cose sui Raid e sulla Zona Nera, dicendo che i Raid saranno una nuova esperienza hardcore e che non potranno essere completati in solitaria (sarà necessario appunto collaborare con ben 7 compagni di squadra e adattarsi al loro stile di gioco), e che sarà presente dal lancio una Zona Nera migliorata, ma sempre senza dare dettagli a riguardo.

 

Ma passiamo ora alla parte più interessante dell’intervista: le WAR TIERS (Fasce di Guerra).

Al lancio saranno presenti i Raid, ma quali altre attività e sfide PvE devono aspettarsi i giocatori?

“Di sicuro avremo la Zona Nera, che offre un’esperienza PvP e PvE ed è un luogo in cui ogni giocatore creerà la propria storia, in quanto non avrà un lato narrativo. Poi ci saranno tutti i tipi di attività del primo capitolo dove potremo usare le Specializzazioni. Ci saranno anche le “War Tiers” (Fasce di Guerra) altro ancora al lancio del gioco. E’ un nuovo tipo di esperienza hardcore.”

Ci saranno delle situazioni simili alla fila d’attesa per attivare il proprio personaggio del primo capitolo?

“Purtroppo sono cose che succedono e in questo caso abbiamo risolto il problema nel minor tempo possibile. Ora con il prossimo capitolo faremo in modo di creare un’esperienza priva da situazioni come questa.”

The Division 2 avrà un sacco di contenuti al lancio. Quando verrà rilasciato, cosa accadrà a The Division?

“Ad essere onesti, siamo concentrati completamente su The Division 2. Vogliamo continuare a supportare The Division 1 ovviamente, non spegneremo i server!”

Fonte: usgamer.net

 

Nostra ipotesi sulle War Tiers (Fasce di Guerra)

Premesso che non sappiamo ancora di cosa si tratta con esattezza, ciò che fa intendere durante l’intervista è che saranno simili alle World Tiers (fasce mondo) di The Division, ma con un funzionamento diverso.

Sappiamo che sono un’attività legata al PvE e che una buona parte delle attività secondarie del gioco si baserà sull’aiutare i aiutare i civili (che avranno un ruolo importante) nel riconquistare/difendere delle zone sulla mappa. Le War Tiers, potrebbero incidere sullo svolgimento di queste attività. Sappiamo dalla demo E3 che i civili potranno combattere da soli le fazioni nemiche, e le loro possibilità di vittoria dipenderanno dalle risorse a loro disposizione. Potremo ottenere queste risorse completando varie attività nel gioco (missioni principali, secondarie, ecc.) per darle ai civili. Le War Tiers in tutto ciò potrebbero andare ad aumentare il livello dei nemici (come le World Tiers) e forse anche le richieste dei civili per poter affrontare le varie fazioni che tenteranno di riconquistare le zone.
Nelle varie zone da conquistare, inoltre, ci saranno degli HUB con NPC che ci daranno missioni, e forse anche negozi come nei Rifugi di TD1. Ma tenete a mente che questa è una nostra ipotesi.

 

Post Correlati

4 Thoughts to “The Division 2 – WAR TIERS: un nuovo tipo di esperienza hardcore”

  1. Avatar Missile75

    @itasil di sicuro sarà un acquisto molto ponderato
    @paolo guarda se un gioco mi piace io lo prendo al D1, ho sempre fatto così. Nel caso di TD è stato diverso forse perché ho iniziato a seguire tutto il suo sviluppo, mi sono documentato troppo e di conseguenza avevo altissime aspettative (ci sono tante cose che il gioco prevedeva) e in due anni, mentre uscivano giochi su giochi io giocavo solo a TD da cui non riuscivo a staccarmi.
    In conclusione TD2 non lo prenderò al D1 o almeno fino a quando i signori della Ubisoft non si decidono a parlarne di PROGRESSIONE NEL GIOCO, di sicuro me ne andrò su Anthem.

  2. Avatar paolo

    Guarda, io non compro mai e poi mai un gioco appena esce. Si sa che i problemi vari si riscontrano nel momento in cui si inizia a giocarci..poi posso valutarlo in base ai commenti dei player,i video etc… così come ho fatto con The division, l’ho acquistato dopo un anno ! Tanto non scappa

  3. Avatar Missile75

    Fino a quando non diranno nulla sul sistema di loot non lo ordino e se sarà tutto a fortuna, disordinato e senza senso non lo compro.
    Se questi Raid dropperanno le stesse cose delle missioni per giunta con delle statistiche random non lo compro.
    Stessa cosa per il livello del pg e quello dei mob… se il level cap del pg rimarrà a 30 perenne e se il livello dei mob sarà max 34 e non aumentara’ mai non lo compro.
    Se non ci sarà un loot di qualità per le missioni più impegnative non lo compro.
    Fino a quando non parleranno di progressione aivoglia a fare annunci, non ci casco più

    1. Fai una cosa, non comprarlo proprio nemmeno a 1 anno dall’uscita, cosi non sbagli 😀

Leave a Comment