Ubisoft Star Players – E3 2015 Los Angeles [Grazie Ubisoft!]

Ciao a tutti! Qui è Itasil92 (Elena) che vi parla! Con questo piccolo articolo voglio raccontarvi e mostravi la mia esperienza da Ubisoft Star Player!

 

Alcuni mesi prima dell’E3 2015 ricevetti una chiamata inaspettata dal Director di Ubisoft Massive, subito dopo una mail da Ubisoft che conteneva l’invito per partecipare all’E3 2015 di Los Angeles.

All’inizio pensavo si trattasse di un fake, non mi capacitavo di tutto ciò. Il programma Ubisoft Star Player era appena nato, quindi non era conosciuto e non si trovavano informazioni sul web. Si tratta di un programma per il quale vengono selezionati ogni anno alcuni giocatori appassionati da tutto il mondo, per i vari franchise Ubisoft. Giocatori che dimostrano passione per i videogiochi Ubi tramite arte, cosplay, community, siti web, collezioni, e via dicendo. Una volta selezionati, vengono invitati a partecipare ad eventi come E3, Gamecom, PAX e simili.

Nel mio caso: leader community della prima community italiana di The Division, e primo e unico fan site italiano del gioco.

_____________________________

Tutto ciò diede inizio a una grande avventura, grazie alla quale ebbi ANCHE l’occasione di visitare gli studi di Ubisoft Massive in Svezia nel dicembre del 2015 (The Division World Tour), di partecipare anche all’evento di lancio del gioco a Milano nel 2016 per Ubisoft Italia, e ad un community workshop negli studi di Ubisoft CRC e Ubisoft Reflection a Newcastle upon Tyne nell’aprile del 2018.

_____________________________

Questo è l’invito ricevuto via mail, i primi due anni era tutto molto semplice, poi il programma si è evoluto e gli inviti sono diventati sempre più particolari e belli. Anche il logo era diverso, venne modificato col cambio del logo Ubisoft.

Invito
Primo logo

Dopo aver appurato che si trattava di una cosa reale, purtroppo mi trovavo in una situazione economica a dir poco difficile… faticai per ottenere il mio passaporto, ma si trattava di un’occasione UNICA, da non perdere. Fatto quello, arrivarono i biglietti aerei e l’ESTA (il Visto necessario per poter soggiornare temporaneamente in America). Il viaggio, l’hotel e tutto il resto erano pagati da Ubisoft.

Purtroppo allora avevo un vecchio Nokia Lumia 520, quindi le foto sono di scarsa qualità, mi spiace.

Nel giro di una giornata intera mi ritrovai dalla Sardegna a Los Angeles. All’arrivo venni accolta direttamente da alcuni ragazzi del team di sviluppo di Ubisoft Massive, tra cui Yannick Banchereau, che molti di voi conoscono grazie agli State of the Game di The Division.

Ci dirigemmo verso l’hotel, “The Standard“, un hotel a 4 stelle molto bello e particolare, che di standard però non aveva molto… Il nome appunto è tutto un programma.

Appena entrai nella mia stanza, sulla scrivania trovai una borsa “messenger” con dentro alcune sorprese: una t-shirt col logo da Star Player, un cubo di rubik Ubisoft, il roadbook, e altre cosucce simpatiche. La stessa sera si tenne un party di benvenuto by Ubisoft nell’hotel, e tra una partita di ping pong e un cocktail, ebbi modo di conoscere di persona alcuni degli sviluppatori e anche Yves Guillemot, il big boss di Ubisoft.

Ogni Star Player era diviso per franchise, e il roadbook variava in base a quello. Essendo parte del gruppo degli Star Players legato a The Division, ebbi modo di visitare solo Downtown, per poi andare alla conferenza Ubisoft all’Orpheum Theatre e al Convention Center per visitare la fiera. Una cosa unica e irripetibile. Un sogno. Io e il mio gruppo giocammo per primi la demo di The Division e altri giochi, nella Uplay Lounge nello Skyspace di LA.

Partecipammo anche ai vari workshop nella Lounge, io in particolare feci parte anche di alcune interviste; non solo, una mattina una troupe di Ubisoft portò me e un altro Star Player italiano di Assassin’s Creed (Markuz di Access the Animus) a fare un’intervista nella fumetteria Golden Apple Comics vicino a Hollywood (pensate che nel 2018 il cast degli Avengers fece un tour proprio li!), un fuori programma piuttosto divertente!

Per quanto riguarda la conferenza Ubisoft, vederla all’Orpheum Theatre dal vivo è tutta un’altra cosa ovviamente. Finita quella, tornammo in hotel e quella stessa sera era in programma una cena con gli sviluppatori. Dopo un po’ di riposo, nel pieno della mia stanchezza andai nella hall dell’hotel, dove ci aspettavano con dei regali per noi del gruppo di SP di The Division: ci diedero uno zaino del gioco con all’interno una serie di gadget favolosi! L’orologio della Sleeper Agent Ed., l’armband, una t-shirt fantastica e altro ancora! (e da li iniziai ad accumulare tantissimi gadget). A quel punto andammo a cena con gli sviluppatori, al Tom’s Urban, non lontano dal Convention Center.

Le giornate restanti furono un mix di Uplay Lounge (tra giochi vari, interviste e workshop) e Convention Center girando in lungo e in largo l’intera fiera, spettacolare.

Che dire, un’esperienza unica che lascia il segno, non finirò mai di ringraziare Ubisoft e soprattutto il team di Ubisoft Massive per questa esperienza. Ho avuto l’occasione di incontrare persone fantastiche che non dimenticherò mai, soprattutto il Director di Ubisoft Massive che, non solo con una semplice chiamata ha cambiato la mia vita, ma mi ha anche aiutata e supportata durante questa grande avventura, che trall’altro è continuata nel corso degli anni con altri viaggi verso altri eventi e workshop!

 

GRAZIE UBISOFT

 

ANNIVERSARIO 5 ANNI

Per celebrare il 5° anniversario del programma Star Player, Ubisoft ha inviato a tutti gli Star Player una spilla speciale e un libretto dei ricordi!

 

One Thought to “Ubisoft Star Players – E3 2015 Los Angeles [Grazie Ubisoft!]”

  1. Avatar Leo

    Grazie a voi per quello cha avete fatto per TD1, per quello che fate e per quello che farete. Sempre utili, disponibili e chiari nelle spiegazioni e con un gruppo facebook ben regolato e con persone con cui fa piacere interagire e giocare insieme. Grazie mille di ogni cosa, dalle liste esotiche, quelle dei talenti fino alle spiegazioni sulle meccaniche di gioco sin dai primi giorni, a partire dalla beta di TD1 e spero fino a che questo gioco continuerà ad appassionarci nonostante i suoi alti e bassi. Grazie ancora agenti ;¬)

Leave a Comment