Riepilogo narrativo su The Division – State of the Game #146 – 5 febbraio 2020

Oggi su Twitch è stato trasmesso uno State of the Game incentrato sulla parte narrativa della serie. Come sempre, qui di seguito troverete il riepilogo in italiano e la replica della diretta.

 

PRIORITY ALERTS

  • Il Title Update 7/Episodio 3 arriverà molto presto, questo mese, ma non c’è ancora una data precisa.
  • La Spedizione al Kenly College è di nuovo chiusa, verrà riaperta il 25 febbraio.
  • Sono stati sistemati i bug che non consentivano di visualizzare gli Schemi/Progetti in gioco e di aggiornare i punti XP dei Clan.
  • Non sono previste ulteriori manutenzioni questa settimana, l’ultima è stata fatta ieri.

 

RIEPILOGO NARRATIVO DELLA SERIE

Durante l’SOTG Hamish Bode ha intervistato Drew Rechner (Associate Game Director) e John Björling (Narrative Director) per fare un breve riepilogo della serie e chiarire alcuni punti chiave. Sono state mostrate diverse clip, soprattutto legate ad Aaron Keener e a vari ECHO, che potete vedere nel video replica a fine articolo. Questo riepilogo è necessario per capire gli eventi dell’Episodio 3 in uscita a febbraio!

 

[ALLERTA SPOILER] Se siete nuovi su The Division e non avete ancora giocato il primo capitolo, vi consigliamo vivamente di recuperarlo. È meglio che leggere un recap. 

Info varie:

  • La Prima Ondata di Agenti della Divisione è stata abbandonata nella Zona Nera di New York, soprattutto perché erano in minoranza rispetto ai vari nemici.
  • La Zona Nera non è solamente una zona per il PvP, ma ha dietro una storia piuttosto ampia: è una zona contaminata e messa sotto quarantena dalla JTF. Questa misura doveva servire a controllare la popolazione, ma ovviamente non ha dato i risultati sperati. (Maggiori dettagli qui)
  • Nella missione Accademia di Polizia viene mostrato il tradimento di Aaron Keener, agente della Prima Ondata.
  • Nel quinto ECHO dedicato ad April Kelleher (personaggio legato agli ECHO e ai libri New York Collapse e Broken Dawn) la si vede interagire con Aaron Keener, un evento piuttosto significativo nel gioco. Tra i due personaggi c’è un senso di rispetto reciproco in quanto sono entrambi pronti a tutto per sopravvivere.
  • Vitaly Tchernenko è un virologo russo e cerca di trovare rifugio al Consolato Russo, alla fine Keener riesce a catturarlo per impedire agli Agenti della Divisione di trovare una possibile cura al virus.
  • Tchernenko è una delle menti principali nel mondo di The Division, l’obiettivo degli Agenti è di recuperarlo e usare le sue conoscenze per cercare di far tornare la cività a com’era prima.
  • Gordon Amherst, anch’egli virologo, aveva delle idee piuttosto radicali per risolvere i problemi naturali del mondo, che lo hanno portato a creare il virus (Veleno Verde) sfruttando le ricerche di Tchernenko.
  • Il virus è capace di uccidere il 95% della popolazione, mentre il 5% ne è geneticamente immune.
  • Nell’appartamento di Amherst sono presenti varie note che possono aiutare la dottoressa Jessica Kandel di NYC a creare un Antivirale per il virus.
  • Alla fine di The Division 1, nell’ECHO che si sblocca solo nel finale, viene mostrato Keener con una stampante 3D e le ricerche di Amherst per ricreare o modificare il virus. Nell’appartamento è presente anche il cadavere di Amherst.

 

Vi linkiamo qui di seguito il video del monologo finale su The Division 1; non è stato mostrato durante l’SOTG, ma riteniamo sia importante.

 

  • Il Podcast di The Division 1 alla Radio dovrebbe essere ancora attivo 8 mesi dopo il Black Friday.
  • La dottoressa Kandel viene citata diverse volte in The Division 2, forse la rivedremo anche nell’Episodio 3.
  • Una volta ucciso Joe Ferro, i Purificatori si sono adattati e riorganizzati sotto un nuovo leader. In questi 8 mesi hanno trovato nuove reclute per la loro fazione.
  • Anche l’Ultimo Battaglione e i Rikers dovrebbero essere ancora attivi a New York, quest’ultimi sono stati citati anche in TD2 ed ora sono divisi in diversi gruppi più piccoli. Per l’Ultimo Battaglione il discorso è diverso, in quanto è sempre stato un gruppo organizzato ed ora ha un nuovo leader (anche se con meno personale attivo a seguito degli eventi di TD1).
  • Circa 7 mesi dopo il Black Friday, l’Agente Faye Lau è tornata attiva e pronta a combattere (si vede nel video finale di TD2).
  • Gli sviluppatori hanno sempre voluto creare una storia investigativa per la trama corale del franchise.
  • Il personaggio di Emeline Shaw è stato creato usando l’idea di come sfruttare un trauma famigliare. Ha usato questa rabbia e l’ha rivolta contro la JTF, gli Agenti e i civili.
  • Gli audio in The Division 1 sono stati creati per dare l’idea del contatto umano che si è spezzato col virus. Infatti, era possibile ascoltare le ultime parole che una persona poteva dire ad un membro della propria famiglia o un’altra persona cara.
  • L’idea dietro The Division è sempre quella di creare un contesto, ovvero dare un motivo agli Agenti per salvare ciò che è rimasto.
  • I Black Tusk hanno operato in tutto il territorio americano, al momento non sappiamo cosa sia successo in questi mesi in altre zone del territorio.

 

Breve riepilogo della storia di TD1 e TD2 fino ad oggi:

  • Il Veleno Verde, un virus modificato geneticamente e sviluppato dal virologo Gordon Amhrest, viene diffuso a New York durante il Black Friday tramite le banconote.
  • Una piccola Prima Ondata di Agenti della Divisione viene attivata dal Presidente Waller a seguito della Direttiva 51.
  • La Prima Ondata fallisce e vari gruppi paramilitari indipendenti, come l’Ultimo Battaglione, non seguono più le direttive del governo.
  • Alcuni Agenti della Prima Ondata diventano Traditori e abbandonano i loro doveri, cominciando a combattere per la loro stessa sopravvivenza.
  • Il Presidente Waller muore a causa del virus, Mendez diventa il nuovo presidente e ordina una Seconda Ondata di Agenti della Divisione su larga scala. Mendez verrà ucciso nel suo uffico dai Black Tusk.
  • 6 Mesi dopo il Black Friday l’intera rete ISAC va in crash e gli Agenti sono costretti a tornare a Washington D.C. per riattivarla.
  • Alcuni rumor indicano che a Washington D.C. sia presente un Antivirale ad Ampio Spettro, una medicinale capace di contrastare del tutto il Veleno Verde.
  • Dopo la riconquista di Washington D.C., i Black Tusk arrivano a dare battaglia agli Agenti in città, 7 mesi dopo il Black Friday.
  • Il nuovo Presidente Ellis, ex Speaker della Camera dei Rappresentanti, collabora con la fazione militare privata dei Black Tusk. Ellis è stato, in effetti, reclutato per sfruttare il virus globale come un vantaggio per i Black Tusk.
  • A Tidal Basin gli Agenti hanno recuperato gli Antivirali ad Ampio Spettro, sconfitto Wyvern e annullato un attacco missilistico alla Casa Bianca.
  • Successivamente gli agenti hanno sconfitto Emeline Shaw, la leader dei Reietti.
  • Gli Agenti hanno evitato il furto di alcuni equipaggiamenti top secret nei laboratori DARPA nei sotterranei del Pentagono. Questi equipaggiamenti, se prodotti su larga scala, possono ricreare gli Antivirali ad Ampio Spettro.
  • 8 mesi dopo il Black Friday la Divisione riesce ad mettere le mani su un’informazione cruciale: Tchernenko e Keener si trovano a Coney Island, a New York, è il momento di dare la caccia all’uomo più ricercato del globo e ad una possibile cura definitiva per il virus. (Episodio 3)

 

REPLICA

 

Post Recenti

2 Thoughts to “Riepilogo narrativo su The Division – State of the Game #146 – 5 febbraio 2020”

  1. Avatar Luca

    Gran bell’articolo!

Leave a Comment