Sospensione account e rollback al 17 marzo (glitch DPS)

Di recente, vari giocatori hanno sfruttato un exploit che consentiva di aumentare i danni fatti. Questo exploit ha avuto un impatto negativo sull’esperienza di gioco e sulle classifiche.

Seguendo il Codice di Condotta, Ubisoft ha sospeso per una settimana gli account di gioco a coloro che hanno sfruttato il Glitch DPS.

Non solo: i personaggi dei giocatori che sono stati bannati verranno riportati indietro al 17 marzo, tutti i progressi fatti successivamente verranno resettati.

Tutti questi account sono segnalati, e ogni ulteriore infrazione porterà al ban permanente.

Fonte: Ubisoft

Post Recenti

5 Thoughts to “Sospensione account e rollback al 17 marzo (glitch DPS)”

  1. Avatar Alessandro

    Mai PIU UN EURO A UBISOFT!!

  2. Avatar Gabriele

    Il problema vero è che hanno bannato per 7 giorni ed applicato il rollback di 2 settimane a chi ha glitchato per 2 settimane intere (o forse più), ha fatto PvP in ZN ed ha DI FATTO rovinato l’esperienza di gioco ad altre persone, ma hanno applicato la stessa punizione anche a chi (come me) ne ha sentito parlare, ha visto il video su Youtube, ha voluto provare una volta ed ha fatto un paio di missioni (in PvE), si è divertito qualche ora proprio nel periodo in cui i mob non droppavano più come una volta, è tornato a farmare senza glitch. Ora mi trovo a dover rifare tutto quello che ho fatto in 2 settimane LEGIT, solo perché mi sono voluto divertire un paio d’ore contro dei mob rossi che mi oneshottavano da 200m di distanza perché i dev non sono in grado di fixare una beneamata mazza?!
    La cosa più grave è che questa caccia alle streghe ha coinvolto anche gente che ha solo joinato (anche tramite matchmaking) party con gente che aveva usato il glitch. Anche gente che aveva fatto la richiesta di supporto ed è stata raggiunta da un agente glitchato. Questi si troveranno 2 settimane di rollback senza aver fatto nulla.
    Tutto questo ha dimostrato non solo l’incompetenza dei programmatori di sto gioco, ma anche la loro idiozia.
    Il ban ha colpito (e colpirà ad ondate) la stragrande maggioranza dei player, visto che il glitch era ormai conosciuto ai più. E colpirà senza fare differenze tra chi ha provato una volta, chi è finito in party con i bugabuser o con chi l’ha sistematicamente usato per settimane andando anche in ZN a rovinare il gioco agli altri.
    Per me il ban di 7 giorni (a mo’ di avvertimento) era più che sufficiente, visto e considerato che praticamente tutto il mondo è barricato in casa 24h su 24 e che la gente troverà altro a cui giocare in questi 7 giorni e probabilmente resterà lì anche finito il ban, rendendo i server deserti.
    GG alla Ubisoft. Sei riuscita ad uccidere anche The Division 2. Ci vediamo su The Division 3? Io non credo.

    1. Anche solo provare spesso costa caro, la curiosità a volte ha un prezzo… Non so con che criteri hanno bannato, probabilmente non possono vedere le ore di utilizzo del glitch, perciò potrebbero averlo fatto a prescindere. C’è chi si è trovato a giocare con chi usa il glitch, e molte di queste persone ne hanno anche approfittato, solo che anche qui bisogna vedere con quali criteri hanno bannato.
      Tutti hanno una scusa: io l’ho solo provato, eh ma il gioco è buggato perciò facessero il loro lavoro, ma è solo PvE, ma era mio figlio!, ma io l’ho pagato 500€, ma io qua, ma io la.
      Non c’è scusa che tenga. Pagare non significa essere esenti, gioco rotto e dev incompetenti non significa che sia lecito sfruttare exploit a proprio vantaggio. Non è che vengono a vedere se davvero hai figli, non è che se gli dici “ma io l’ho solo provato” allora ti dicono “ahhhh vabbe ok!”.
      I fix stanno arrivando man mano, certe cose che si portano dietro da anni probabilmente non le fixeranno mai, e ora che sono tutti a casa a lavorare, stentano parecchio. È vero che la 8.0 con l’espansione andavano testate, come è anche vero però che il gioco sarebbe morto perchè avrebbero tardato di vari mesi in quel caso.
      Un ban di 7 giorni te lo scordi facile, te ne freghi, ma un rollback no… la quarantena non è una scusa, c’è un codice di condotta da rispettare, si sa bene che si può essere sanzionati e sta a loro decidere le sanzioni. Non è che se vieni arrestato decidi tu come pagarla. Giochi ce ne sono tanti, in molti state usando questa scusa della quarantena, ma dubito che avete solo TD2 installato.
      La gente tornerà, tranquillo che lo farà, e se e quando uscirà TD3 vedrai che torneranno tutti in pompa magna, c’è chi acquista per lamentarsi a prescindere.

    2. Avatar L1nuss

      Io invece penso sia la gente come te che rovina il gioco, caro Gabriele. Gente che usa i glitch e i bug per trarne vantaggi immeritati ed ingiusti rispetto ai giocatori onesti, gente che, quanto viene beccati a barare, poi si lamenta, grida al GomBlotto e accampa scuse.
      Quando hai sottoscritto il contratto in fase di installazione, c’era scritto chiaramente: se vieni sorpreso a barare loro ti possono bannare permanentemente, quindi non capisco di cosa ti lamenti.
      Non tornerai più su TD2??? Non penso sia una gran perdita, nè la tua nè quella di tutti gli altri che usano questi metodi.

      Discorso diverso riguarda quei giocatori che hanno joinato inconsapevolmente partite con furboni che usano i trucchi. Il ban in questi casi è una grave ingiustizia e un errore.

  3. Avatar Photolele

    Penso che una settimana sia poco. Avrebbero dovuto radiali in maniera permanente. Chi usa glitch o cheat rovina l’esperienza a sé stesso ma soprattutto agli altri. Chi usa glitch è veramente un PERDENTE

Leave a Comment