La mappa comprenderà solo Midtown Manhattan…

Examiner ha rilasciato un articolo in cui viene rivelato che in gioco sarà presente solo Midtown Manhattan.

Il Creative Director Magnus Jansen svela che il team ha scelto solo il borgo di Midtown Manhattan per via della ricreazione 1:1 e per il modo in cui la pandemia è successa.

“Fondamentalmente tutto è stato colpito e non ci sono più risorse, perchè tutti han cercato di uscirne. Non c’è carburante nelle auto, non c’è traffico, siete a piedi. Col livello di dettaglio che abbiamo, fare Midtown Manhattan è un’esperienza open-world enorme e più che sufficiente per tenervi impegnati. È davvero un gioco open-world consistente”. 
C’è da ammettere che tutto ciò ci lascia un po’ delusi a riguardo, dato il potenziale del gioco visto dai vari trailer e anche dal fatto che il trailer originale dell’ E3 2013 era ambientato a Brooklyn, e quindi si sperava nella sua presenza.

CIO’ NON VUOL DIRE PERO’ CHE SIANO STATI RIMOSSI DAL GIOCO, E PROBABILMENTE POTRANNO ESSERE AGGIUNTE NUOVE AREE VIA DLC (vi consigliamo in tal caso la lettura di questo articolo).

Continua poi dicendo che il fatto che non ci sia tutta New York City è un bene, in quanto i giocatori si spostano solo camminando e correndo; visto che non si guida e non si vola, sarebbe stato un problema doversi spostare se ci fosse New York intera.
Al di là della Dark Zone, The Division è come un altro gioco open world, con un sacco di divertimento da offrire e tantissime cose da fare, tra progressione del personaggio sia dentro che fuori dalla Dark Zone, costruzione della base, PvP e ovviamente la storyline.

Cosa significa tutto ciò?
Significa che non ci resta che aspettare, e magari a pochi mesi dall’uscita del gioco, quando buona parte degli utenti sarà al livello 30 (o quasi), Ubisoft potrebbe pensare di aggiungere altri contenuti aggiuntivi come un nuovo distretto, prolungando di continuo la durata del gioco.

L’unica certezza che abbiamo ora, è che Midtown Manhattan è già molto vasta, e per iniziare dovrebbe andare più che bene.

Non mancheremo dall’aggiornarvi a riguardo in caso di altre novità! Stay Tuned!

Si ringrazia Alex de Fazio per la traduzione dell’articolo di Examiner.

Post Recenti

Leave a Comment