The Division 2: prime informazioni

  • 123
    Shares

The Division 2, mostrato durante la conferenza E3 di Microsoft (confermando quindi la partnership con Ubisoft) uscirà il 15 marzo 2019 su PC, PS4 e Xbox One, con supporto per 4k e Xbox One X.

Ma cosa sappiamo del gioco? Sono trapelate svariate informazioni, specialmente dal trailer, dal gameplay e dal sito ufficiale.

 

SE WASHINGTON D.C. CADE, L’UMANITA’ FALLISCE

“27 giorni dopo il Paziente Zero, Washington cadde.”

Ormai tutti sappiamo che la diffusione del Veleno Verde è iniziata durante il Black Friday, cioè durante lo shopping natalizio. Il virus si è diffuso in tutto il mondo (come viene mostrato nella intro di TD1). Su The Division 2 ci allontaneremo però da New York, in quanto sarà ambientato a Washington D.C., 6 mesi 7 mesi dopo l’inizio dell’epidemia, cioè d’estate.

Nonostante sia estate, sarà possibile trovare addobbi natalizi in giro, in quanto la città è ferma proprio al momento in cui si è scatenata l’epidemia, sarà infatti possibile trovare vari riferimenti al Black Friday.

Washington D.C. sarà una rappresentazione 1:1 della città vera e propria, creando un mondo più autentico. La mappa di gioco offre punti di riferimenti, paesaggi naturali, quartieri e nascondigli nemici.

Trailer: La caduta di Washington D.C.

COME SI PUO’ SALVARE UNA NAZIONE,
QUANDO I SUOI NEMICI PROVENGONO DALL’INTERNO?

Anche su The Division 2 ci saranno delle fazioni nemiche, nel trailer gameplay è possibile vederne una, ed è già possibile leggere la storia sul sito ufficiale: si tratta dei True Sons.

“Un gruppo di signori della guerra paramilitari si sono concentrati sull’uso della loro esperienza di combattimento e sulla potenza di fuoco travolgente per dominare i loro nemici ed espandere il loro territorio. Intelligenti e organizzati, i True Sons sono guidati da un ex ufficiale della JTF, la cui spietatezza e abilità in combattimento rendono lui e i suoi combattenti una forza terrificante.”

Ovviamente ci saranno altre fazioni, che verranno annunciate in futuro.

GAMEPLAY

 

Arrivati al livello 30, che dovrebbe essere il livello massimo, si sbloccheranno diverse specializzazioni: ognuna sblocca armi uniche e abilità aggiuntive che offrono nuovi modi di giocare.

Con uno sguardo sul sito, le specializzazioni dovrebbero essere 3:

  • Survivalist (Sopravvivenza)
  • Demolitionist (Demolitore)
  • Sharpshooter (Tiratore scelto)

 

Osservando il gameplay invece, è possibile notare un sacco di novità, ma attenzione: è un trailer dell’E3 e molte cose sicuramente non sono definitive.

L’interfaccia utente è stata leggermente modificata, resta quindi simile a quella di TD1. Da notare però che è stata inserita una barra bianca sopra quella della salute, che dovrebbe indicare l’armatura del personaggio.

Il sistema di drop e livello di rarità/qualità sembra essere lo stesso (quindi con gli stessi colori dell’1 che indicano la qualità dell’oggetto), i loot saranno riconoscibili allo stesso modo.

Durante il gameplay è stato possibile vedere un “community leader” in quello che probabilmente è uno dei rifugi del gioco. Sicuramente servirà a sbloccare missioni secondarie, come nei rifugi di TD1 dove è necessario parlare con gli ufficiali della JTF per sbloccare missioni secondarie in ogni distretto.

Questa volta però (o almeno questa è la sensazione che ci ha dato il gameplay) vedremo meno JTF in giro, e più civili armati.

La mappa ha subito svariati cambiamenti grafici, sembra più tridimensionale e ha nuove icone, mentre altre sono le stesse dell’1 ma rinnovate.

 

Una cosa che è possibile notare nel nome degli altri giocatori è un tag, che dovrebbe essere riferito ai clan, che finalmente arriveranno in gioco (info qui).

Nella stessa immagine è possibile notare anche l’utilizzo delle emotes, che ovviamente non possono mancare!

Anche il menu principale ha subito cambiamenti: lo stile è quello di TD1, ma semplificato.

L’inventario invece… beh questo è stato stravolto, o meglio: è cambiata la sistemazione e per buona parte anche la grafica, ma essenzialmente è la stessa cosa di TD1, perciò non sarà difficile da capire.

E’ possibile anche notare l’aggiunta dell’arma unica legata alla propria specializzazione, e l’aggiunta di altre statistiche nella descrizione degli oggetti. Sembra anche che ritorneranno molte delle armi presenti su TD1, come l’M4 ultraleggero, Marine super 90, Vector SBR .45 ACP, SOCOM Mk20 SSR, M1A e cosi via.

Sembra che ritorneranno anche i set equipaggiamento, e sembra essere sparita la skill speciale (quella terziaria), è presente uno slot da 4 unità contaminate (ma non è sicura la presenza di una ZN, vedi sotto) ed è stato aggiunto uno slot con l’icona di una placca per giubbotto antiproiettile. Sembra sia stato eliminato anche il valore DPS dalla panoramica dell’inventario.

 

I nemici, tralasciando che ci saranno nuove fazioni, avranno sempre lo stesso tipo di colorazione che rispecchierà la loro forza/salute/corazza, quindi nemici rossi (normali), nemici viola (veterani) e nemici gialli (elitè).

Essi avranno anche nuove abilità/trappole da usare contro gli agenti, nel gameplay è possibile vedere un nemico che blocca un agente con una schiuma particolare, ed è necessario spararci sopra per aiutare l’alleato.

Torneranno anche alcune abilità degli agenti già presenti su TD1, come la Mina a ricerca, ma a quanto pare ci saranno anche abilità nuove.

Una novità, invece, arriva a fine video: uno dei giocatori usa un flare per prendere un punto di controllo. Non sappiamo ancora descrivere al meglio la situazione avendo visto davvero poco a riguardo.

 

E la Zona Nera?

Non si è ancora parlato di una eventuale Zona Nera, e secondo alcune descrizioni ufficiali ci saranno esperienze diverse per i giocatori, almeno da questo punto di vista sembra che cambieranno un po’ di cose rispetto a The Division 1.

Raid da 8 giocatori?

Facendo anche una piccola ricerca su google, qualcuno ha scovato un’altra informazione davvero interessante: potrebbero esserci raid da 8 giocatori, anche se non è del tutto confermato.

 

Più contenuti al lancio e post lancio

Questa piccola informazione è stata rilasciata già da maggio, dal CEO Ubisoft Yves Guillemot. L’intenzione è di supportare il gioco per anni dopo il lancio, garantendo più contenuti dal lancio e post lancio. (Articolo qui)

 

Per il momento queste sono le prime informazioni sul gioco, a breve scopriremo molto altro, man mano aggiorneremo il nostro sito con tutte le informazioni. La conferenza Ubisoft sarà alle 22.00, mentre martedì 12 e mercoledì 13 verranno fatte delle live ufficiali, nelle quali ci saranno interviste e sicuramente anche gameplay (maggiori informazioni qui).

Vi ricordiamo che è già possibile registrarsi alla Beta sul sito ufficiale.

 

Post Recenti

2 Thoughts to “The Division 2: prime informazioni”

  1. Avatar Photolele

    Grazie mille. Sempre sul pezzo. Continuate cosi, state facendo un ottimo lavoro. Un saluto

Leave a Comment